Lo Zen e la complessità dei dati

Data Strategy: gestione della qualità, coerenza e compliance dei dati aziendali

di Dan Pejeroni [Infosphere]

metropolis_at_night-wallpaper-960x600

Il fenomeno Internet of Things ha portato ad una nuova grande accelerazione nell’universo di dati che le organizzazioni devono controllare. Trarre profitto ed evitare le minacce provenienti da questa impensabile mole di dati è una sfida difficile da affrontare, senza un’efficace gestione.

Si parla molto oggi di Big Data e delle tecnologie che sovrintendono alle fasi di acquisizione e analisi (Data ingestion e Analytics), ma le problematiche relative alla standardizzazione, validazione e assicurazione sono spesso drammaticamente trascurate. Se i dati sono incompleti, duplicati e obsoleti le analisi che verranno prodotte dai sofisticati processi Analytics, Data Mining o Machine Learning saranno irrimediabilmente compromessi e non potranno che fornire analisi non corrispondenti alla realtà.

Di questo si occupa il Data Management che, per essere efficace, deve essere contestualizzato. I dati devono essere disponibili in modo definito, consistente, integrato e trasversale tra molteplici fonti. L’adozione di un sistema di Data Management limita il rischio di avere dati poco attendibili o non conformi in fase di analisi.

I processi necessari per garantire che i dati che vengono resi disponibili agli utenti siano efficaci, funzionali al raggiungimento degli obiettivi e possano effettivamente costituire un supporto per le decisioni strategiche sono:

  • Data Integration
  • Data Quality

La Data Integration è l’elemento base di un processo di Data Management, preposto alla standardizzazione dei dati, spesso provenienti da fonti diverse, per unificarne i risultati e aumentarne il valore. Ciò consente ad ogni nuovo dato che entra nel processo di analisi, non solo di aggiungersi alla quantità di informazioni già presenti, ma di moltiplicare il suo valore combinandosi con quelli attuali.

La Data Quality migliora l’affidabilità dei dati, certifica e governa le successive fasi di produzione e distribuzione dei dati. Si tratta del controllo qualità delle informazioni, che assicura che gli elementi che avranno un impatto decisivo sulle decisioni di business, siano corretti e completi.

 Ma la complessità della gestione dei dati non riguarda solo qualità e integrazione, ci sono anche aspetti normativi e di compliance piuttosto delicati. Il GDPR EU Personal Data Protection Act 2018 prescrive che ogni organizzazione operativa in uno o più paesi del EU debba rendersi compliant con la nuova direttiva entro la primavera del 2018. Le sanzioni rischiano di essere pesanti (da 20 milioni di euro o 4% del revenue complessivo).

Il Data Management è anche questo e punta a raggiungere l’agilità, l’accessibilità e la flessibilità necessarie per integrare tutti questi sforzi nella Data Strategy e ottenere un concreto governo dei dati.

A riguardo, segnalo un interessante evento di SAS Italy: SAS Road Show, il 7 febbraio a Milano e il 9 febbraio a Roma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...