L’IoT non funzionerà senza Intelligenza Artificiale

Analytics Experience 2017: SAS esplora i trend delle imprese che innovano

Technology

Internet of Things (IoT) è un argomento sempre più di diffuso, al punto che l’interesse si è esteso al grande pubblico. In ambito aziendale nessuno mette più in discussione i benefici e le opportunità che derivano dall’utilizzo di queste tecnologie. La preoccupazione è piuttosto: come farle effettivamente funzionare.

L’IoT produrrà un tesoro di dati. Dati che potranno aiutare le città a evitare incidenti e crimini, consentire ai medici di ottenere in tempo reale le informazioni dei pacemaker e dei biochip dei pazienti, ottimizzare la produttività industriale attraverso la manutenzione preventiva di attrezzature e macchinari, creare case veramente intelligenti con apparecchi collegati e fornire comunicazioni critiche tra autovetture. Le opportunità offerte da IoT sono praticamente infinite.

La conseguenza della rapida affermazione di dispositivi e sensori collegati all’Internet delle Cose è un incredibile incremento del volume di dati che vengono da loro generati. Questi dati forniranno un prezioso punto di vista su cosa funziona bene e cosa no, fornendo una visione di alto valore su rischi e opportunità per aziende.

Tuttavia, il problema è trovare il modo per analizzare il diluvio di informazioni che tutti questi dispositivi creano. Cercare informazioni in terabyte di dati macchina è molto difficile. Con tecnologie tradizionali è impossibile riesaminare e comprendere questa massa di dati, in quanto richiederebbe troppo tempo.

Affinché l’IoT rispetti la sua promessa, è indispensabile migliorare la velocità e l’accuratezza dell’analisi dei dati. In caso contrario le conseguenze potrebbero essere disastrose. La tecnologia in grado di tenere il passo dei dati generati dall’IoT per ricavarne informazione e significato si chiama Machine Learning e si occupa della costruzione e dello studio di sistemi che apprendono dai dati stessi, piuttosto che seguire istruzioni esplicitamente programmate.

Sarà questo uno dei temi di Analytics Experience 2017, l’evento organizzato da SAS in programma ad Amsterdam dal 17 al 18 ottobre.

Durante l’evento internazionale, centinaia di esperti, thought leader, professionisti e manager si confronteranno sull’importante ruolo degli analytics nel costruire relazioni più forti con i clienti, combattere le frodi, gestire il rischio e migliorare i processi. Ed esploreranno i trend emergenti, come Machine Learning, Internet of Things, Intelligenza Artificiale e la nuova normativa in tema protezione dei dati (GDPR).

Ad Analytics Experience 2017, SAS presenterà i risultati della survey internazionale che vuol far luce sulla maturità delle imprese in ambito Intelligenza Artificiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...